page loader

News

Come riparare una persiana in legno?

siaHouse | 01. Risanamento finestre

30/07/2020
Categorie: News
Come riparare una persiana in legno?

Alcuni elementi di casa, con il passare del tempo tendono per forza di cose a usurarsi e/o danneggiarsi, tra questi anche le persiane; a tal proposito vediamo insieme come riparare una persiana in legno.
Esposte alle intemperie degli agenti atmosferici, piuttosto che all’inquinamento, nella maggior parte dei casi si tende a sostituire l’elemento rovinato o a chiamare un professionista del settore che possa riportarlo a nuovo.
Ma sostenendo quali costi?

Ecco allora che si può pensare di farlo in autonomia, armandosi del materiale giusto, del tempo necessario, di sana pazienza e soprattutto di una persiana in legno usurata.

Inizia con l’organizzazione dello spazio di lavoro

Sicuramente uno dei primi step, su come riparare una persiana in legno e quindi prima di iniziare il lavoro vero e proprio è quello di scegliere una zona di casa, o meglio uno spazio all’aperto e quindi ben ventilato, dove poter operare in totale tranquillità e sicurezza.
Puoi ad esempio prendere due o più cavalletti in legno, dove appoggiare la persiana da lavorare e proteggere poi la pavimentazione con un telo in plastica o del cartone, per evitare macchie o aloni difficili da eliminare, una volta ultimato il lavoro.

Cosa serve per iniziare?

Innanzitutto, è necessario smontare la persiana dall’infisso e appoggiarla sul piano da lavoro, ove si desidera operare.
In secondo luogo, abrasivi di diversi formati e grane, una levigatrice orbitale per pad a delta, un panno in cotone, uno scalpello (ove necessario) e un olio protettivo.
Vediamo ora step by step come riparare una persiana in legno!

Primo step: eliminazione vecchia vernice

Una volta posizionata la vecchia persiana in legno, è necessario iniziare a rimuovere la vecchia vernice. Se la vernice vecchia è sollevata, ormai per i segni del tempo, utilizza lo scalpello per il legno; altrimenti per eliminare solo vecchie tracce di vernice ormai scolorite, utilizza l’abrasivo 1960 siarexx cut.

Ovviamente per affrontare al meglio quest’ultimo passaggio, è consigliabile munirsi di una levigatrice orbitale 3 mm. delta: questo per facilitare il lavoro di carteggiatura e renderlo decisamente più veloce, ma nulla vieta di carteggiare a mano, con il solo aiuto dell’abrasivo.

Il giusto abrasivo e la corretta sequenza di utilizzo

Come riparare una persiana in legno non è un lavoro semplice, ma con i giusti abrasivi, si potrà avere un risultato ottimale a fine lavoro.
Iniziamo con la serie 1960 siarexx cut, il prodotto giusto per le lavorazioni su legno, quindi ideale anche per le vostre persiane danneggiate. È necessario munirsi di diverse grane, ovvero 80, 120, 180 e 240 per iniziare con la prima di queste per una energica operazione di sgrossatura, facendo comunque attenzione a non rovinare il legno sottostante.
Con questo primo step si riuscirà ad eliminare le macchie più persistenti e i graffi più profondi; per passare poi alle grane successive per step di finitura.
Si arriverà infatti ad utilizzare la grana 240 per operazioni di fino, per uniformare e preparare la superficie, ormai già sgrossata, per la nuova verniciatura.

In alternativa alla 1960 è possibile utilizzare l’abrasivo in rete, ovvero la 7900 sianet, disponibile anch’esso nelle 4 grane sopra citate e nel formato delta per poterlo agilmente apporre sulla levigatrice. Anche in questo caso, potrai lavorare in totale sicurezza, respirando al minimo le polveri create dall’operazione di carteggiatura.

Ad ogni modo, l’operazione appena descritta è possibile eseguirla manualmente, senza alcuna levigatrice. Sicuramente il lavoro sarà un po’ più lungo, ma animo che il risultato sarà altrettanto sorprendente!

Come riparare una persiana in legno?
Ma una volta finita la parte piana?
Sicuramente ci sono da carteggiare i bordi e/o le parti di difficile accesso delle tue persiane. Ma come fare?
Ecco allora che entrano in gioco le spugne abrasive, quelle che con il solo aiuto della mano riescono ad arrivare in tutti i punti della persiana, specie in quelli di difficile accesso per la levigatrice.
Vediamo infatti la 7991 siasponge block soft, ovvero la spugna dall’elevata adattabilità e flessibilità alle zone tonde del pezzo da lavorare.
In egual modo, vi è il cosiddetto abrasivo in tessuto non tessuto, la serie 6120 siavlies da utilizzare sempre manualmente in formato foglio, per lavorare superfici decisamene più sagomate.

Facciamo a conclusione un breve recap!

  1. Inizia con l’abrasivo 1960 siarexx cut (o in alternativa 7900 sianet) per la prima operazione di carteggiatura e sgrossatura
  2. Termina con la serie 7991 siasponge block soft o 6120 siavlies per arrivare alle parti di difficile accesso o tondeggianti delle tue persiane.

Ed una volta terminato questo primo step?

Ecco quindi che siamo giunti alla fase cosiddetta di “protezione” delle persiane, ovvero lo step finale del tuo lavoro su come riparare una persiana in legno.

Prima di iniziare però, pulisci bene la superficie con un panno di cotone: questo è uno step necessario per poter eliminare ogni residuo di sporco e polvere che si è creato durante la prima fase di carteggiatura.
Avendo ora sottomano lo strato superficiale della tua persiana in legno, è ora di apporre una mano di olio protettivo che oltre a dare, come dice la parola stessa, uno strato nuovo di protezione al tuo legno, potrà anche colorarlo di differenti tonalità, a seconda del proprio gusto personale.
Utilizza quindi Bona Decking Oil, l’olio di trattamento e protezione, che crea una barriera protettiva contro pioggia, neve e sole, proteggendo il tuo legno dall’acqua e dallo sporco.
Come già anticipato, l’olio è disponibile in tre differenti tonalità: neutro, mogano o teak.
Applica quindi una mano, o due a seconda della resa che vedrai realizzata e lascia asciugare per qualche ora all’aria aperta. Una volta che sarai sicuro che la tua persiana è asciutta, potrai finalmente riporla al suo posto di origine.

Vedrai l’effetto stupore che si creerà nei tuoi occhi una volta che le ammirerai al loro posto: non solo perché sembreranno nuove, ma anche perché il lavoro lo avrai fatto tutto tu con le tue mani (seguendo questo breve e semplice tutorial)
Buon lavoro!

Per maggiori informazioni scarica il depliant siahouse per i tuoi lavori fai da te, cliccando qui, intanto buona visione!